Entra un vento solitario
pieno di voci.
Io annaspo
risalgo foci fino alla corrente
tutta, muta
con le urla mai nate.

E’ un sonno lungo
tra i rumori del mondo.

Ma il fuoco resta
crepita su un comodino. Lo tengo
al seno, vicino.

Annunci