La casa era un’arca, tu la terra.
Inventavi giochi che coprissero la solitudine.

                                                                     (Primo ricordo dal mare)

Profili dorati e gli specchi
la casa di legno, il frassino biondo

attenta, attenta a non rompere il niente
bambina di pane – dicevi
dolcissima voce

le scale appena lì fuori
morivi ma non mi lasciavi

in piedi malferma
e tu che piangevi

Annunci