Poesie dei viandanti: E’ il mio vento inerteFederica Nightingale

E’ il mio vento inerte,
si sfalda piegando le ali
Crepata fuliggine pietosa
dei sensi restringente al collo
Di pietre di fiume neppure
una misera ombra
Si lasciano perdere a tratti le
infinite curve del suolo che
S’alza in volo di polvere
E le cascate di sole netto
al limitare del cuore imbandito
scrosciano impetuose senza dire,
senza sperare nel gioco di luce
E’ il mio vento inerte,
[My quiescent wind]
A risollevare la sorte del ridere
A impiegare le forze in turbinii
Multiformi
[My quiescent wind rises up]
Anche le parole sfilettate e crude
si mangiano appena se tu sai
di sentirmi anche senza ch’io parli
Nei rimedi di indigesta forma si
spacca la Verità e le foglie cadono
invadendo rossori e preludi preziosi
nascosti da sole voci mute
nell’alzarsi sconnesso del vento che insiste
senza mai davvero crocifiggermi
[wind,wind blows so far from me]

(It spreads a liminal line between us
And no sounds can be heard anymore)

Annunci