In questa primavera gelida cova il tempo della schiusa.
Il tempo inganna, sempre.

Fuori la chiesa c’è una sposa:
ha gli occhi seri alle fermate d’autobus
– simbiosi di marciapiede.
Ha i passi delle donne sole
a rincasare sera.

Un piatto e un bicchiere, un letto
e il solito mestiere.
Il cuore, uguale a ieri.

Uguale a ieri.

Annunci