E quando poi si scende
nel cavo di uno spazio segreto
ami la copertura come il suo interno
le braccia gli occhi
li riconosci
come la strada riconosce il ponte
il volto sa del nome
ed è quello
dal vuoto sconfinato

raccolgo me
come l’ansa tenera di un vaso
sotto il tuo tetto

Annunci