Ascolto un grande albero ai miei piedi
nido dei venti.
La sua ansia
in tintinnio di argento fino
è la mia tutte le sere
perché di giorno si calma
o finge.

Parla la lingua del mondo
senza fine da migliaia di bocche.

E io, chiusa, vedo oltre
i muri sono aperti
sento qualcuno come me
in ginocchio.

Annunci